COVID-19 E VACCINO... COSA C'E' DA SAPERE?

Il COVID-19 può causare gravi complicazioni? Il COVID-19 è una malattia generalmente benigna nei bambini e nei giovani adulti.

Un ricovero ospedaliero, a volte lungo o in terapia intensiva, è invece spesso necessario nelle persone di età superiore ai 65 anni, o in adulti con fattori di rischio: obesità, diabete, ipertensione, malattie cardiache o polmonari, cancro, terapia immunosoppressiva, ecc.

Come possiamo proteggerci dalle complicazioni da Covid-19? I "gesti barriera" (igiene delle mani, maschere, distanza interpersonale, ...) hanno dimostrato la loro efficacia, ma non sono sufficienti per proteggerci dal virus.

Grazie agli enormi sforzi di ricerca, sono stati finalmente sviluppati vaccini altamente efficaci contro il COVID-19: studi hanno dimostrato che su 100 persone vaccinate e poi esposte al coronavirus, 95 sono completamente protette.

Gli altri 5 sviluppano un COVID-19 che non richiede il ricovero ospedaliero.

La vaccinazione è quindi la misura più efficace contro il COVID-19 e per la prevenzione delle complicazioni gravi e/o prolungate.

A chi è consigliata la vaccinazione? La vaccinazione è consigliata a tutte le persone dai 65 anni (all’inizio dai 75 anni) in poi e agli adulti di tutte le età che hanno uno o più dei fattori di rischio citati sopra.

In seguito gli operatori sanitari, i contatti stretti delle persone citate e tutti gli adulti che lo desiderano possono essere vaccinati.

Quali tipi di vaccini sono disponibili? La Svizzera ha scelto di offrire alla sua popolazione i vaccini più efficaci, ovvero i vaccini a "RNA messaggero".

Si tratta di vaccini sviluppati dai gruppi farmaceutici Pfizer/BioNTech e Moderna.

Cosa c'è in un vaccino a RNA messaggero? Un vaccino contro l'RNA messaggero contiene una piccola porzione del codice genetico necessario per produrre uno o più tipi di proteine nel virus. Nel caso del vaccino contro il coronavirus, l'RNA messaggero contiene solo le informazioni necessarie per produrre le proteine a forma di "chiodo" che circondano il coronavirus (spicole).

Pertanto, il vaccino NON può causare il COVID-19.



Per saperne di più inoltre ...

https://youtu.be/AbFugsBJkfM (Ospedale Pediatrico Bambino Gesù' - Roma IT)


Gli RNA messaggeri sono racchiusi in minuscole gocce di grasso da iniettare nel corpo.

Il vaccino non contiene un coadiuvante (alluminio o altro).

Come funziona un vaccino contro l'RNA messaggero? Una volta iniettate nel corpo umano, le gocce di grasso vengono "inghiottite" dalle cellule circostanti. Queste cellule leggono il codice dell'RNA messaggero e per circa 2 giorni producono delle proteine “spike” che vengono individuate dal sistema immunitario.

In risposta, il nostro sistema immunitario produce anticorpi come cellule speciali, che possono riconoscere ed eliminare rapidamente il coronavirus in caso di infezione.

Quanto tempo dopo la vaccinazione sarò protetto? La vaccinazione richiede due dosi (nel braccio) a 3-4 settimane di distanza l'uno dall'altro. La protezione contro il COVID-19 inizia già due settimane dopo la prima dose ed è completa (95%) già una settimana dopo la seconda dose.

Potrò dimenticare il coronavirus dopo la vaccinazione? Non subito. NON si sa ancora se la vaccinazione impedisce solo di ammalarsi o se impedisce anche di essere contagiosi. Pertanto, l'igiene delle mani, la distanza interpersonale o l'uso della maschera sono ancora consigliati per il momento, per precauzione, anche per chi è stato vaccinato.

Quanto dura la protezione? NON si sa ancora se la protezione dura diversi mesi o diversi anni.

Non è quindi escluso che una vaccinazione di richiamo possa essere necessaria dopo 1, 2, 3, 5 o 10 anni.

Quali sono gli effetti collaterali di questi vaccini? Questi vaccini sono attualmente somministrati a decine di milioni di persone in tutto il mondo. Il giorno stesso o il giorno dopo la vaccinazione sono state osservate le seguenti reazioni infiammatorie: - Dolore nel sito della puntura. - Stanchezza, mal di testa o dolori muscolari o articolari, a volte brividi o febbre. Queste reazioni sono di solito lievi; possono essere forti, ma raramente. Scompaiono spontaneamente tra 1 a 3 giorni e possono essere attenuate con l'assunzione di paracetamolo.

Quali sono i rischi di questi nuovi vaccini? L'unico rischio grave noto è quello di una reazione allergica, soprattutto nelle persone che hanno avuto una grave reazione allergica a un vaccino o a uno dei suoi componenti in passato. Fortunatamente, queste allergie sono molto ben trattate. Gli RNA messaggeri di questi vaccini NON possono modificare il nostro codice genetico perché è protetto nel nucleo delle nostre cellule, dove l'RNA messaggero non può entrare. Quindi non stiamo parlando di terapia genica.

Non si possono escludere altri rischi sconosciuti (e quindi molto rari), comunque molto piccoli rispetto ai rischi che COVID-19 comporta per le persone di età superiore ai 65 anni o per le persone indebolite da alcune malattie. Questi rischi sono anche inferiori ai rischi di sintomi prolungati osservati a volte dopo un leggero COVID-19.

Per chi è controindicata la vaccinazione? Per il momento, c'è solo UNA CONTROINDICAZIONE: la gravidanza (per mancanza di dati sufficienti).

Se si soffre di una malattia acuta (febbre, ecc.), si consiglia di rinviare la vaccinazione. Se avete manifestato una reazione allergica ad un vaccino o a uno dei suoi componenti, parlatene con il vostro medico curante. Se avete avuto un'infezione da COVID-19 di recente, la vaccinazione è possibile, ma l'immunità dopo la malattia permette di aspettare 3 mesi per essere vaccinati.

La sierologia non è utile prima della vaccinazione. Le malattie croniche o l'assunzione di farmaci non sono delle controindicazioni alla vaccinazione.

In caso di malattie del sistema immunitario o di trattamento immunosoppressivo, la protezione offerta da questo vaccino può essere ridotta. A causa della mancanza di dati e poiché una malattia grave è eccezionale, i bambini e i giovani sotto i 16 anni non dovrebbero essere vaccinati.

Qual è il costo della vaccinazione contro il COVID-19? La vaccinazione contro COVID-19 è gratuita per la popolazione: i costi sono assunti dall'assicurazione malattia (senza franchigia), dai Cantoni e dalla Confederazione.

Chi raccomanda questa vaccinazione? La vaccinazione contro COVID-19 è una decisione personale: non è obbligatoria. Tuttavia, è raccomandata dall'Ufficio federale della sanità pubblica, dalla Commissione federale delle vaccinazioni (CFV), dal medico cantonale e delle società svizzere di medici specialisti. Se avete dei dubbi o domande, non esitate a consultarci, oppure: www.infovac.ch


Fonte: www.infovac.ch

Post recenti

Mostra tutti

bambini... onnivori, vegetariani o persino vegani?

Succede spesso che al Pediatra vengano poste domande sull'alimentazione dei bambini, in particolare all'inizio e durante lo svezzamento o in casi "particolari", come nel caso in cui i genitori voglian